Salute dei nostri figli – Sono un genitore «freddo»?


Versione originale dell’articolo:
https://news.llu.edu/research/cold-parenting-linked-premature-aging-increased-disease-risk-offspring.
Liberamente tradotto da Mariarosa Cavalieri, Ministeri in favore dei Bambini


Secondo un nuovo studio svolto presso l’Università Avventista Loma Linda (California, USA), essere un genitore espansivo e affettuoso può avere un effetto positivo sulla salute dei figli.

Lo studio suggerisce che gli stili genitoriali privi di compassione e incoraggiamento possono comportare molte conseguenze negative per la salute dei bambini, sino ad arrivare a influire su di loro in età adulta. È stato scoperto che i telomeri – cappucci protettivi all’estremità dei filamenti di DNA – nei soggetti che consideravano freddo o distante lo stile genitoriale della loro madre, erano in media del 25% più piccoli rispetto a quelli di chi riferiva di avere una madre dallo stile genitoriale affettuoso. La ricerca ha dimostrato che lo stress precoce è associato a telomeri più corti, e questo li rende biomarcatori che permettono di rilevare l’invecchiamento accelerato delle cellule e un maggiore rischio che alcune malatte si manifestino in futuro. «I telomeri sono stati definiti un orologio genetico, ma ora sappiamo che quando lo stress aumenta nei primi anni di vita, i telomeri si accorciano e aumenta il rischio di contrarre molte malattie e di morte prematura», ha affermato Raymond Knutsen, autore principale dello studio e professore aggiunto alla facoltà di Salute Pubblica dell’Università di Loma Linda. «Sappiamo che ogni volta che una cellula si divide, i telomeri si accorciano, riducendo la durata della vita. È interessante notare che le mutazioni nei geni che mantengono i telomeri causano una serie di malattie simili all’invecchiamento precoce. «Tuttavia», ha detto Raymond Knutsen, «sappiamo che alcune cellule del corpo producono un enzima chiamato telomerasi che può ricostruire i telomeri».

Lo studio recentemente pubblicato, dal titolo «Cold parenting is associated with cellular aging in offspring: A retrospective study», si basa sui dati di 200 soggetti che hanno partecipato a indagini su due gruppi di uomini e donne Avventisti del Settimo Giorno – lo Studio sulla Salute Avventista (Adventist Health Study 1 – AHS-1) al quale hanno partecipato 34.000 Californiani nel 1976 e AHS-2, a cui hanno partecipato 96.000 soggetti degli Stati Uniti e del Canada, tra il 2002 e il 2007. La ricerca esamina più da vicino l’impatto dello stile genitoriale sulla successione dei telomeri. «Il modo in cui una persona viene cresciuta sembra rilevare elementi intimamente connessi alla sua genetica», ha detto Raymond Knutsen, che ha anche esaminato l’impatto potenziale del grado di istruzione e dell’indice di massa corporea (BMI) sull’associazione tra stile genitoriale «freddo» e lunghezza dei telomeri. «L’associazione con lo stile genitoriale era più alta tra i meno istruiti e tra chi era sovrappeso oppure obeso, o era aumentato di peso in seguito. Questo potrebbe suggerire che avere un grado di istruzione superiore e un IMC normale, potrebbe offrire qualche resistenza alla genitorialità “fredda” e all’invecchiamento cellulare», lo studio indica.

Autore dell'articolo: -aduic2017