11 – Sabato 14 marzo 2015

Risplendere per Gesù

Scarica la storia in PDF

Provi, dieci anni, è un missionario. Ogni lunedì mattina arriva presto alla scuola avventista che frequenta per aiutare a preparare il progetto missionario della sua classe. Quando gli altri studenti arrivano, tutti insieme pregano e poi escono per distribuire nel vicinato degli opuscoli dal titolo «GLOW».
GLOW è un acronimo: significa che ogni lettera che compone questa parola, è l’iniziale di un’altra parola che ha un certo significato. In questo caso, GLOW sta per «Giving Light to Our World» e cioè dare o portare la luce al nostro mondo; ma GLOW, allo stesso tempo, è anche quella parola inglese che significa risplendere. «Con questi opuscoli», spiega Provi, «vogliamo portare l’amore di Dio». Provi svolge la sua missione da tre anni, imparando a condividere il suo amore per Gesù e a essere un testimone di Dio. Non esce solo, ma fa coppia col suo amico.
Bussano alle porte e, quando qualcuno apre, i due ragazzi sorridono e si presentano. «Abbiamo un regalo per voi» dice Provi, mentre il suo amico porge l’opuscolo. Non tutti, però, accettano il dono, ma Provi non si scoraggia. Va avanti, sicuro che prima o poi qualcuno chiederà di averlo e di leggerlo.
Gli opuscoli che distribuiscono contengono vari testi biblici e risposte a tante domande che generalmente tutti ci poniamo. Parlano dell’imminente ritorno di Gesù, ma danno anche consigli pratici sulla gestione della vita; comunque, gli opuscoli contengono sempre parole piene di speranza.
La preghiera è parte integrante del ministero di Provi e della sua classe. Durante l’incontro, Provi e i suoi amici chiedono alla gente se desiderano che si preghi per loro e, in caso affermativo, se hanno qualche richiesta specifica si rivolgono a Dio chiedendo il suo intervento.
Provi spiega che vedere sorridere chi riceve l’opuscolo, lo fa sentire bene: sente di stare aiutando queste persone.
Questa iniziativa è molto valida, infatti molti di coloro che hanno ricevuto gli opuscoli, hanno già contattato la chiesa; alcuni hanno chiesto di poter studiare la Bibbia o hanno iniziato a frequentare la chiesa. Provi e il padre svolgono questa missione anche durante i week-end e Provi spera che altri bambini siano pronti a partecipare a uno dei tanti progetti  missionari delle loro comunità. Lui assicura che non è difficile, anche se si è bambini, perché Gesù è sempre al nostro fianco e del resto è lui che ci ha detto di amare il nostro prossimo.
Con chi possiamo condividere Gesù durante questa settimana? Non dimentichiamoci che possiamo farlo anche portando la nostra offerta.

CONOSCIAMO MEGLIO:
– Provi frequenta una scuola avventista e il lavoro missionario fa parte della vita degli studenti. Anche i suoi genitori condividono Dio con gli altri, per cui Provi è cresciuto in un ambiente in cui Gesù è stato sempre presente.
– Possiamo aiutare Dio in tanti modi. Aiutando qualcuno nei lavoretti domestici, facendoci degli amici a scuola e nel vicinato ed essendo gentili con loro.

 

Autore dell'articolo: redazionemib