06 – Sabato 9 novembre 2013

Il trionfo di Luke

 INGHILTERRA

Luke (nella foto) rimase in disparte mentre la madre parlava al preside della scuola. I suoi occhi seguivano sulla parete un tralcio con foglie, dipinto su un grande albero di cartone. Su ogni foglia c’era scritto un nome e, sparse qua e là sui rami, c’erano delle mele rosse. Luca si chiese che significato avesse quell’albero.

«È l’albero che rappresenta le nostre conquiste » gli spiegò il preside. «Le foglie e le mele sono dei premi per il buon comportamento degli studenti. Quando gli studenti fanno qualcosa per aiutare gli altri, ricevono in premio una foglia o una mela nella riunione del venerdì. È simpatico, non ti sembra?».

Una nuova scuola

«Perché non porta Luke anche la settimana prossima e gli lascia frequentare Newbold (la scuola avventista inglese) per qualche giorno? Se si trova bene, può iscriverlo».

La mamma ringraziò la preside e uscì dalla scuola tenendo il figlio per mano. Fuori gli chiese: «Luke, che ne dici? Ti piacerebbe frequentare questa scuola per un paio di giorni, prima di decidere se vuoi iscriverti qui?».

Luke accolse volentieri la proposta della mamma.

Fino ad allora aveva frequentato una scuola pubblica. Era un bambino tranquillo e non si era inserito nel gruppo. Si sentiva un po’ trascurato, anzi, a volte gli altri bambini lo prendevano in giro. Era un bravo studente, ma a volte si rifiutava di andare a scuola. La mamma aveva paura che di questo passo, il figlio avrebbe potuto odiare la scuola. Poi un’amica le aveva parlato della scuola di Newbold, una piccola scuola avventista non lontana da casa. Aveva deciso di fare una prova ed ecco perché si trovavano lì.

Il lunedì la mamma svegliò Luke e gli disse che oggi sarebbe stato il primo giorno di scuola, nella scuola nuova. Luca si alzò e si vestì. Naturalmente era un po’ nervoso: si sarebbe trovato in un ambiente nuovo, con nuovi compagni e nuovi insegnanti; ma sperò che fosse la volta buona per fare nuove amicizie.

La preside lo accompagnò sino in classe e l’insegnante lo accolse con un bel sorriso.

Poi si rivolse al resto della classe presentandolo e spiegando che Luke era il loro nuovo compagno. I bambini furono tutti gentilissimi con lui e lo accolsero come un amico di lunga data. Lo invitarono a giocare durante la ricreazione e al momento del pranzo gli si sedettero accanto. Nessuno lo prese in giro e la maestra lodò il suo lavoro.

Alla fine delle lezioni, Luke uscì dalla scuola e s’incamminò verso casa insieme ai suoi nuovi compagni. Vide lungo la strada la mamma che lo attendeva.

«Com’è andata oggi?» gli chiese.

«Bene» rispose Luke, «Ho tre nuovi amici e la mia insegnante è gentile!».

La mamma sorrise, compiaciuta. Era contenta che il figlio tornasse ad amare la scuola e che volesse continuare a frequentare in particolare quella scuola».

In questa scuola si svolgevano attività alle quali Luke non era abituato. Per esempio, non aveva mai assistito a una lezione sulla Bibbia e non aveva mai partecipato in classe a un culto. Ma questo non fu un problema: i compagni lo aiutarono a cercare sulla Bibbia i versetti e a imparare i canti.

Il venerdì tutta la scuola si riuniva nell’aula magna per un culto in comune e la preside annunciava i premi distribuiti durante la settimana. A ogni nome pronunciato, gli studenti battevano le mani mentre lo studente o la studentessa andava a ritirare la sua foglia.

E un venerdì Luke sentì pronunciare il suo nome. Grande fu la sua sorpresa, ma gli amici lo spinsero ad andare avanti. «Vai a prendere il tuo premio» gli dissero. «Te lo sei guadagnato».

Mentre procedeva verso la pedana, Luke sentì i suoi amici applaudire con foga. Sorrise, mentre la preside gli diceva: «Luca, ti sei guadagnato questo premio, sono molto orgogliosa di te».

Quella sera Luke raccontò alla mamma ogni cosa e le disse di quanto fosse felice in quella scuola e la ringraziò per averlo iscritto.

Luke sa la differenza che una scuola avventista può fare nella vita di qualcuno. Le nostre offerte aiutano tante scuole come quella di Newbold in giro per il mondo.



  • L’Inghilterra è un paese che condivide l’isola conosciuta come Gran Bretagna con la Scozia e il Galles. Queste tre nazioni, oltre all’Irlanda del Nord, sono generalmente conosciute come Regno Unito.
  • Il Regno Unito ha una popolazione di circa 63 milioni di abitanti. Più del 70 % si dichiarano cristiani (sia cattolici che protestanti) e meno del 3 % mussulmani. Il 23 % dichiara di non avere religione.
  • Nel Regno Unito vi sono circa 33.900 membri, un membro ogni 2.000 persone.

Autore dell'articolo: redazione